lunedì 19 febbraio 2018

I nostri stagisti


Kosmos continua a dedicarsi alla formazione di nuov professionisti nel campo delle traduzioni. Questo mese vogliamo dare un grande riconoscimento a Michela Marino (Swansea University in Galles)  e Daniele Pucci (Università di Genova) che ci hanno affiancato in questi ultimi mesi, terminando con successo il loro stage.

“È stata un’esperienza davvero formativa e interessante. Le mie non sono parole di circostanza: svolgere uno stage all’interno di un’agenzia di traduzione permette di comprendere in che cosa consiste realmente la professione del traduttore (o comunque di chi lavora in questo settore): quali sono le mansioni da svolgere nell’arco della giornata e quali sono le tempistiche, le emergenze e le priorità di questo settore. Per quanto mi riguarda, ritengo che questi aspetti non vengano approfonditi a sufficienza all’università. Finché si è studenti si vive in un ambiente, quello universitario, più isolato, ma la realtà lavorativa può essere ben diversa e uno stage di questo tipo aiuta senz’altro a capire se una carriera in questo campo ci possa effettivamente piacere.

Oltre alla possibilità di toccare con mano il mondo lavorativo, mi ritengo fortunato per aver avuto la possibilità di lavorare con clienti e progetti davvero interessanti. Le mansioni che mi sono state affidate svariavano da clienti di prestigio a clienti meno noti, ma con progetti davvero stimolanti; e in ogni progetto ho avuto la possibilità di imparare qualcosa di nuovo.
 
Sono senz’altro riuscito a raggiungere gli obiettivi che mi ero prefissato. Da questo tirocinio cercavo un contatto diretto col mondo lavorativo, una crescita professionale e una maggiore consapevolezza: tutte aspettative rispettate!

Ho avuto quindi la possibilità di crescere dal punto di vista professionale, di confrontarmi con progetti impegnativi e capire se ne ero all’altezza o meno, di incontrare persone disponibili e sempre pronte ad aiutarmi e, soprattutto, di iniziare a costruirmi un futuro lavorativo.

Grazie a tutto il team per questo mese insieme.”

Daniele Pucci – Università di Genova



Nessun commento:

Posta un commento