lunedì 23 giugno 2014

Paese che vai... usanze che trovi!

Usi e costumi che possono sembrare bizzarri e insoliti ad alcuni popoli, sono normalissime consuetudini per altri. 

In Occidente, a tavola, ci sono delle cose che proprio non si fanno, come ad esempio sputare; in Cina e in Taiwan, ciò non sembra rappresentare un problema, anzi! Le bacchette utilizzate per mangiare il riso possono essere adoperate anche per rimuovere residui di cibo incastrati tra i denti, ed è assolutamente normale anche sputare in un lato del piatto.

Una cosa che per noi è normalissima, come soffiarsi il naso in pubblico, in Giappone e alcuni paesi dell’Asia Centrale è addirittura vietato. È considerato un gesto vergognoso e imbarazzante, soprattutto se si utilizza un fazzoletto di stoffa, che poi viene riposto in tasca, insieme ai germi che porta. 

In Italia, e in generale presso i popoli “latini”, esiste molto pudore circa la nudità, per cui troviamo insolito che in Finlandia uomini e donne facciano la sauna insieme totalmente nudi. Per loro non si tratta di nulla di scandaloso, poiché fare una sauna nudi non comporta il desiderio di conquistare l’altro; è semplicemente un’attività terapeutica del tutto normale, senza secondi fini. Per i finlandesi, invece, non è normale che una coppia si scambi effusioni in pubblico, tant’è che trovano imbarazzante che due fidanzati si scambino un innocente bacio davanti ad altre persone.

Se ci spostiamo in Oriente, le cose cambiano drasticamente: in Cina è vietato toccarsi! Le manifestazioni calorose di italiani, spagnoli e francesi, che si baciano e abbracciano per salutarsi, in Cina sono assolutamente vietate. Se provate a baciare o abbracciare un cinese, potrebbe reagire molto male! In Cina, e la maggior parte dei paesi orientali, si sa, ci si saluta con inchini e sorrisi.

Il contatto fisico e gli scambi di effusioni sono assolutamente vietate anche in tutti i paesi di religione musulmana, e lì non è proprio il caso di rischiare di sbagliarsi… pena il carcere!

Quindi, qualsiasi destinazione abbiate scelto per le vostre vacanze estive… attenzione alle usanze locali!

Nessun commento:

Posta un commento