lunedì 28 aprile 2014

Inglese in pillole

Sicuramente chi di voi è andato in un paese anglosassone, negli USA, in Canada o in qualsiasi paese di lingua madre inglese, ha notato che “i nativi” usano dei vocaboli, delle espressioni, dei modi di dire che sui libri non troviamo e che ci lasciano perplessi. Niente paura, tutto normale. E’ l’inglese di tutti i giorni, quello colloquiale, lo slang per intenderci. Mentre alcune espressioni sono fortemente regionali (è famoso il buongiorno australiano “Good day, mate!”, oppure “I’m feeling grand today”, espressione usata dagli irlandesi per dire “mi sento bene”, in quanto “grand” in gaelico significa “bene”) e ci fanno capire subito da dove provenga il nostro interlocutore, altre sono invece più trasversali e vengono usate in vari paesi, mantenendo lo stesso significato. Guardando i film in lingua originale incontrerete tantissime di queste espressioni e prima di gettare la spugna, leggete il nostro blog ….. magari vi aiutiamo a “fare luce”! …

WHAT GIVES?

Se seguite le sitcom americane l’avrete sentito dire spesso … Significa “come va?”, “come butta?”, “che si dice?”. Puo’ essere un sostitituto di “what’s up?” (che ha lo stesso significato ed è sempre slang).



CHICK
Letteralmente significa "pulcino" ma in realtà viene spessissimo usato per indicare una ragazza.

Ad esempio:
"She’s a hot chick, man!"

Non per niente il filone dei romanzi britannici alla “Bridget Jones” o la saga di “I love shopping” vengono spesso indicati dai media con la divertente espressione “Brit Chick Lit”, dove “Brit” sta ovviamente per ”british”, “Lit” per “literature” e ”chick” … beh, ora lo sapete!!

Un altro esempio che potrete trovare sui giornali è l’espressione “chick flick”, dove “flick” è un sinonimo di “movie, film” … ecco sfruttata l’assonanza delle due parole per indicare in modo simpatico “un film romantico, da ragazze”.

OVER THE MOON

Questa espressione colloquiale è diffusissima nella lingua inglese e utilizzandola vi sentirete veramente "British"!
"To be over the moon" significa letteralmente "essere sopra la luna", ma l'espressione viene utilizzata per indicare che si è molto contenti di una situazione, noi diremmo "essere al settimo cielo" (il cielo c'entra sempre!). Quindi "to be over the moon" significa "to be very happy, to be delighted", in quanto all'origine possiamo ipotizzare che chi è sopra la luna sia vicinissimo al paradiso, quindi più felici di così...

Ad esempio:
Amanda was over the moon when she found out she passed her exam.
Amanda era felicissima quando ha scoperto di aver passato il suo esame.

AS BUSY AS A BEE

L'espressione inglese "as busy as a bee" significa letteralmente "occupato come un'ape" e sta ovviamente ad indicare l'essere molto occupati.

GET THE SACK

Letteralmente significa "prendere il sacco" ma in realtà vuol dire "essere licenziati".

Ad esempio:
Simon got the sack for not taking enough care with his work.
Simon è stato licenziato perché era un po' trascurato nel suo lavoro.

If your boss finds out you make so many personal phone calls during office hours, you'll certainly get the sack!
Se il tuo capo scopre che fai tutte quelle telefonate personali durante le ore di ufficio, ti licenzierà di sicuro!

TELL SOMEONE WHERE TO GET OFF

Questa espressione letteralmente significa “dire a qualcuno dove deve scendere” e infatti si usa sugli autobus londinesi. Non stupitevi però se qualcuno riderà… questa espressione significa anche “mandare qualcuno a quel paese”!

Ad esempio:
Where should I get off the bus for Camden Town?
Dove devo scendere per Camden Town?

Next time Jason comes asking for a favour I’ll surely tell him where to get off!!
La prossima volta che Jason mi chiede un favore, lo manderò di sicuro a quel paese
 
TO LEARN/KNOW THE ROPES

Questa espressione risale all’epoca in cui gli inglesi conquistavano il mondo. Da popolo di bravi navigatori quali erano, è abbastanza ovvio pensare che le espressioni che avevano a che fare col mare e con le navi siano entrate a far parte delle metafore usate tutti i giorni. “To learn/know the ropes” letteralmente significa infatti “imparare/conoscere le corde” e viene usato nel linguaggio quotidiano per indicare “imparare a far qualcosa/saper far qualcosa”.
Ad esempio:
I work as an apprentice to learn the ropes.
Lavoro come apprendista per iniziare ad imparare qualcosa.

GET ON MY NERVES
Esattamente come diciamo in italiano, l'espressione si traduce con "mi dà sui nervi". Si usa per indicare una persona o una cosa che troviamo irritante.
Ad esempio:
I can’t stand mother-in-low. She really gets on my nerves.
Non sopporto mia suocera. Mi dà davvero sui nervi.
I always get on my nerves when you are out at night.
Mi dà sempre molto fastidio quando esci la sera.

PULL A FAST ONE

Significa “ingannare qualcuno”, “fregare qualcuno”, “farlo fesso”.

Ad esempio:
She pulled a fast one on me and left without paying the rent.
Mi ha fregato e se n'è andata senza pagare l’affitto.

ARM AND A LEG
Si dice di qualcosa di molto costoso, quello che noi definiremmo "un occhio della testa". Quella cosa ci è costata talmente tanto che è paragonabile alla perdita di due arti! Al posto degli occhi e della testa in inglese si usa “un braccio e una gamba".
Ad esempio:
Do you like my new Ferrari? It cost me an arm and a leg but it’s really worth it!
Ti piace la mia nuova Ferrari? Mi è costata un occhio della testa, ma ne vale davvero la pena!

KEEP AN EYE ON

“To keep an eye on something/someone” significa “tenere d’occhio qualcosa/qualcuno”.
Ad esempio:
She asked her mother to keep an eye on the children while she went to the shops.
Ha chiesto a sua madre di tenere d’occhio i bambini mentre andava a fare la spesa.

TO BE IN THE SOUP

“To be in the soup” (letteralmente, essere nella minestra) significa “essere nei guai”.

Ad esempio:
Look at what we have done! When the teacher arrives we’re really going to be in the soup!
Guarda cosa abbiamo fatto! Quando l'insegnante arriverà saremo nei guai!

MAKE UP YOUR MIND

L'espressione "make up your mind" significa "decidere". Il verbo è separabile, pertanto si può anche dire "make your mind up".
Ad esempio:
I really cannot make my mind up about which dress to wear at Susan’s wedding.
Non riesco proprio a decidere quale abito indossare al matrimonio di Susan.

THAT’S THE WAY THE COOKIE CRUMBLES

È il corrispondente del francese “c’est la vie”. Si usa per indicare una situazione negativa in cui occorre rassegnarsi, tanto non c’è nulla da fare ed è inutile prendersela. Letteralmente significa “è così che si sbriciola il biscotto”. L’espressione è usata principalmente nell'inglese americano. Esiste infatti anche una versione britannica di questo modo di dire, che è “that’s the way the biscuit breaks”.

Ad esempio:

I can‘t believe they promoted Lucy, she’s so less experienced than me! Well, that’s the way the cookie crumbles!
Non posso credere che Lucy sia stata promossa, ho molta più esperienza io! Ma, ok. È la vita.


GRASP THE NETTLE 

In italiano potremmo tradurre questa espressione come “prendere un problema di petto” anche se in inglese forse l’idea è resa in maniera ancora più efficace. La traduzione letterale infatti “è afferrare l’ortica” ed indica molto bene il concetto di “affrontare un problema in maniera decisa”. Potremmo paragonarlo al nostro “prendere il toro per le corna”.

Ad esempio:
John has been standing this situation for too long. It’s now time he grasps the nettle!
John ha portato avanti questa situazione per troppo tempo. È il momento di prendere il toro per le corna!

RUN IN THE FAMILY

Questa espressione idiomatica letteralmente si tradurrebbe "corre in famiglia", e effettivamente il significato non si discosta molto: è paragonabile al nostro "è un vizio di famiglia".

Ad esempio:

You are always late, just like your father and your brother! It really runs in the family!
Sei sempre in ritardo, proprio come tuo padre e tuo fratello! È davvero un vizio di famiglia!

A TOUGH COOKIE

Un “tough cookie” è quello che noi chiameremmo “un osso duro”, e cioè una persona molto determinata ad ottenere ciò che vuole e che se la cava anche nelle situazioni più difficili. L’espressione è usata principalmente nell'inglese americano: "biscotto" per gli americani è “cookie”, quando per gli inglesi è “biscuit”.

A FOOT IN THE DOOR

La traduzione letterale è “un piede nella porta”. Letteralmente, ma anche in senso figurato, si usa questa espressione per comunicare che si comincia ad entrare in un luogo in maniera discreta per poi farsi strada dall’interno.

Ad esempio:
The main thing is to get a foot in the door, then if you work hard in a few years you can ask for a promotion.
La cosa importante è entrare timidamente, e - se lavori duramente - puoi chiedere una promozione dopo qualche anno.

A DROP IN THE BUCKET

Tradotto letteralmente significa “una goccia nel secchio” e l’espressione italiana non si discosta molto, infatti noi diciamo “una goccia nel mare”. Si dice in relazione a una cosa molto piccola, insignificante rispetto a tutto il resto.

Ad esempio:
Sometimes I give those homeless some change but I realize it’s just a drop in the bucket.
A volte dono qualche moneta ai senzatetto, ma mi rendo conto che quello che faccio è solo una goccia nel mare.



IT'S NOT MY CUP OF TEA


“Non è la mia tazza di té” sarebbe il significato letterale, ma in realtà traduce il nostro “non è il mio forte, non fa per me”.

Ad esempio:
When I was in school I loved English and History but Maths has never been my cup of tea!
Quando andavo a scuola mi piacevano molto inglese e storia, ma matematica non è mai stato il mio forte.

GREASE SOMEBODY’S PALM

Letteralmente è “ungere il palmo della mano di qualcuno”: significa dare a qualcuno dei soldi sottobanco per ottenere in cambio dei favori, corrompere.

Ad esempio:
I think he must have greased somebody’s palm in order to get permission to build this house.
Suppongo che abbia corrotto qualcuno per avere il permesso di costruire questa casa.


OUT OF THE BLUE 

Questa espressione (letteralmente “fuori dal blu”) viene utilizzata spesso per indicare qualcosa che è accaduto in maniera inaspettata e/o in maniera improvvisa. L’origine qui è abbastanza chiara, se per “blu” intendiamo la notte o le tenebre, qualcosa che esce dal buio sarà certamente qualcosa di inaspettato e di improvviso (e anche qualcosa di spiacevole).
L’espressione viene tradotta anche con “di punto in bianco”, “all’improvviso”, “inaspettatamente”.

Ad esempio:
I thought Josie was a friend and so her criticism came out of the blue!
Pensavo che Josie fosse un’amica, quindi le sue critiche sono arrivate piuttosto inaspettate!


OVER THE MOON

La diffusa espressione colloquiale "to be over the moon" significa letteralmente "essere sopra la luna". In pratica, si usa per indicare che si è molto contenti di una situazione, come il nostro "essere al settimo cielo" o "essere felici come una Pasqua".

Ad esempio:
George has found a new job and he’s over the moon.
George ha trovato un nuovo lavoro ed è felice come una Pasqua.


EASIER SAID THAN DONE
"Easier said than done" è l’analogo dell’espressione italiana “più facile a dirsi che a farsi“.

Ad esempio:
I’ll try, but that’s easier said than done.
Ci proverò, ma è più facile a dirsi che a farsi.

AS GOOD AS GOLD

Così è come si dice in inglese “buono come il pane”. Evidentemente, gli anglosassoni non sono degli estimatori di pane quanto noi italiani: per loro non c’è nulla di meglio che associare la bontà all’oro!

Ad esempio:
His son is very quiet and as good as gold.
Suo figlio è tranquillo e buono come il pane.

LET THE CAT OUT OF THE BAG

“Far uscire il gatto dalla borsa”. Cosa vorrà mai dire?
Fortunatamente non occorre chiamare la Protezione Animali... questa espressione idiomatica significa “spifferare un segreto”. 

Ad esempio:
It was Mary who let the cat out of the bag! I would have never told your husband about you and John!
È stata Mary a spifferare il segreto! Io non avrei mai e poi mai raccontato a tuo marito di te e John!

FACE THE MUSIC

Letteralmente “affrontare la musica”, significa affrontare le conseguenze delle proprie azioni.

Ad esempio:
He has done nothing all day and tomorrow he has an exam at the University. He’s going to face the music.
Non ha fatto nulla per tutto il giorno e domani avrà un esame all'università. Affronterà le conseguenze delle azioni. 

TO BE ALL THUMBS

Letteralmente è “essere tutto pollici”. Può essere considerato l'equivalente dell'italiano "avere le mani di pastafrolla", che significa essere maldestri. Il pollice è il dito più sporgente della mano, immaginate di avere una mano di soli pollici... che pasticci combineremmo!

Ad esempio:
I’m all thumbs. I broke a dish and two glasses while I was doing the washing up this morning.
Ho le mani di pastafrolla. Stamattina ho rotto un piatto e due bicchieri mentre lavavo i piatti.

THE LEOPARD NEVER CHANGES HIS SPOTS

È l’equivalente dell'italiano “il lupo perde il pelo ma non il vizio”, solo che qui si parla del leopardo e delle sue macchie. 
Questa espressione sottolinea quanto siano esorbitanti, e a volte invalicabili, le difficoltà che incontriamo per riuscire a rimuovere le brutte manie e i vizi di cui siamo vittime.

Ad esempio:
Henry has always been selfish and always will. The leopard never changes his spots!
Henry è sempre stato egoista e sempre lo sarà. Il lupo perde il pelo ma non il vizio!


GET WIND OF SOMETHING

Questa espressione significa “venire a conoscenza di qualcosa che avrebbe dovuto rimanere segreto”. Potremmo tradurlo semplicemente con “sentir dire”, “giungere voce”, “arrivare voce”.

Ad esempio:
She got wind of the affair between her husband and his secretary.
Le è giunta voce della relazione di suo marito con la sua segretaria.

ICING ON THE CAKE

La traduzione letterale ("la glassa sulla torta") non si discosta molto dal significato in italiano, che è “la ciliegina sulla torta”.

Ad esempio:
I had a big promotion at work and the company car they gave me was really the icing on the cake!
Ho avuto una grossa promozione a lavoro, e la macchina aziendale che ho ricevuto è stata la ciliegina sulla torta!

IN THE LONG RUN

Letteralmente “nella lunga corsa” significa “alla lunga, a lungo termine, alla fine”.

Ad esempio:
In the long run, he realized her mother was right and that he should have never married Jen.
Alla fine, si rese conto che sua madre aveva ragione e che non avrebbe mai dovuto sposare Jen.

TO TAKE FRENCH LEAVE

“To take Franch leave” significa “andarsene alla chetichella", cioè andarsene da un posto senza dare nell'occhio, di nascosto.

Ad esempio:
This party is so boring! Why don’t we just take French leave and go to the pub?
Questa festa è davvero noiosa. Perché non ce andiamo alla chetichella e andiamo al pub?

È interessante notare che in francese per indicare l’idea di “andarsene alla chetichella” si dice “filer à l’anglaise”... ossia, “to take ENGLISH leave"!

BE ON THE SAME PAGE

“Be on the same page” letteralmente significa “essere sulla stessa pagina” e infatti viene usato per tradurre il nostro “essere sulla stessa lunghezza d’onda” o anche “andare d’accordo”, “capirsi”.

Ad esempio:
Sally and I are really on the same page.
Io e Sally siamo sulla stessa lunghezza d’onda.

SPLIT HAIRS

Quest’espressione non si discosta molto dal nostro “spaccare il capello in quattro”. Significa essere molto pignoli ed esigenti, al limite del pedante.

Ad esempio:
I don’t like working with Mr Brown. Why is he always splitting hairs?
Non mi piace lavorare con il Signor Brown. Perché è sempre così pignolo?

CUT YOUR TEETH

Letterlamente significa “tagliarsi i denti” ma in realtà traduce il nostro “farsi le ossa”, cioè farsi dell’esperienza e imparare l’ABC di qualcosa.

Ad esempio:
She cut her teeth on a local newspaper before getting a job offer for the New York Post.
Si è fatta le ossa in un giornale locale prima di ricevere un’offerta dal New York Post.

SEE THE BACK OF SOMEONE

“To see the back of someone” significa letteralmente “vedere la schiena di qualcuno” e infatti questa espressione significa “essere contenti di vedere qualcuno andare via”.

Ad esempio:
I was very happy to see the back of Tom. I couldn’t stand him!
Ero molto felice che Tom se ne fosse andato. Non lo sopportavo!

AS THE CROW FLIES

Letteralmente è “come vola il corvo”. Cosa vorrà mai dire? Traduce il nostro “in linea d’aria”.

Ad esempio:
As the crow flies, I live only 200 meters from your house.
In linea d'aria, abito a soli 200 metri da casa tua.


SAVED BY THE BELL

“Saved by the bell” significa letteralmente “salvati dalla campanella”. Era anche il titolo di una sit-com che andava in onda anni fa (in Italia, “Bayside school”). Si usa per indicare chi viene “salvato” appena in tempo da una situazione penosa, difficile o imbarazzante.

Ad esempio:
The boss was going to fire me yesterday but then I got saved by the bell.
Ieri capo stava per licenziarmi, ma mi sono salvato per un pelo.

TALK THROUGH YOUR HAT

Tradotto letteralmente significa “parlare attraverso il proprio cappello”. In realtà, questa espressione traduce il nostro “dire fesserie”.


Ad esempio:
I don’t like Jennifer. She thinks she’s an expert in art but she’s always talking through her hat!
Non mi piace Jennifer. Pensa di essere una esperta di arte ma, in realtà, dice sempre fesserie!

GO TO THE DOGS

Il modo di dire italiano "andare in malora", "andare in rovina" viene espresso in inglese con go to the dogs... che, letteralmente, significa "andare ai cani".
Nel sedicesimo secolo, il cibo raffermo o disgustoso veniva dato in pasto ai cani. Così nacque l'espressione go to the dogs, che con il tempo si è estese fino a fare riferimento a persone o cose ridotte male, rovinate.

Esempi:
Have you seen their car lately? It’s really gone to the dogs. (Hai visto la loro auto di recente? È proprio ridotta male)
She was a very successful actress, but her drinking habit caused her career to go to the dogs. (Era un'attrice di grande successo, ma il vizio di bere l'ha mandata in malora.)

AT THE END OF THE DAY

At the end of the day si traduce letteralmente come “alla fine della giornata”.
Ma l’espressione viene usata anche in senso figurato, così da significare “in fin dei conti” o “alla fin fine”.

Ad esempio:
At the end of the day, there’s nothing we can do. (In fin dei conti, noi non possiamo farci nulla.)
At the end of the day, what matters is that you’re safe. (Alla fine quello che e’ importante e’ che sei sano e salvo.)

RACK YOUR BRAIN!

Rack your brain traduce il nostro “spremersi le meningi”, cioè sforzarsi di ricordare o pensare intensamente per trovare la soluzione di qualcosa. Si puà trovare questa espressione anche al plurale (rack your brains).

Ad esempio: Come on, Susan! Rack your brain! We have to find a solution before mum gets home. (Forza, Susan! Spremiti le meningi! Dobbiamo trovare una soluzione prima che mamma torni a casa.)

KNOCK/BLOW YOUR SOCKS OFF


Knock your socks off o blow your socks off sono espressioni che letteralmente significano "togliere le calze di dosso". Si usano per descrivere qualcosa che ci farà impazzire, che troveremo estremamente piacevole, che ci sorprenderà.

Ad esempio: I’m going to take you to a new restaurant that will knock your socks off! (Ti porterò in un nuovo ristorante che ti piacerà un sacco!)

FOR GOOD

L’espressione “for good” è un false friend: “for good” non significa “per bene”, ma “per sempre”. È una variante di “forever”, usata in un contesto un po’ più familiare.

È famosa la strofa della canzone dei Take That: “I want you back for good“ ossia (torna per sempre).

HIT THE NAIL ON THE HEAD

“Hit the nail on the head” letteralmente significa “colpire il chiodo sulla testa”.
Ma, fortunatamente, qui nessuno si fa male perché è solo una metafora: l’espressione inglese traduce l’italiano “azzeccarci”. Noi diremmo “fare centro”.

Ad esempio: Steve really hit the nail on the head when he said that the company was going to close down. (Steve ha proprio fatto centro quando ha detto che l’azienda avrebbe presto chiuso.)

HIT THE ROOF

L'espressione hit the roof  letteralmente è "colpire il tetto"... ma cosa significa veramente?
Significa arrabbiarsi molto, o meglio, “andare su tutte le furie”.

Ad esempio: My brother hit the roof when I told him that I’d crashed his car. (Mio fratello andò su tutte le furie quando gli dissi che avevo schiantato la sua auto.)

GET COLD FEET

L'espressione get cold feet non ha nulla a che vedere con l'avere i piedi freddi. In realtà significa “aver paura e tirarsi indietro all’ultimo momento”.

Ad esempio: James had been engaged for a year but on the day of the wedding he got cold feet. (James è stato fidanzato per un anno, ma nel giorno del matrimonio si è tirato indietro.)

1 commento: