giovedì 27 febbraio 2014

La lingua australiana

 
Poiché l'Australia è così lontana dagli altri Paesi di lingua inglese ed è stata influenzata sia dalla popolazione indigena, sia dall'elevato tasso di immigrazione, ha sviluppato un inglese davvero unico.

Gli australiani sono immediatamente riconoscibili, sia dall'accento, sia dalle espressioni che usano.

I primi immigrati australiani erano dei criminali portati sull'isola coattamente, a scopo detentivo. Erano un misto di irlandesi, inglesi e scozzesi. Questa peculiarità è alla base dell'inglese australiano. Un’ulteriore influenza hanno avuto, soprattutto negli ultimi cinquant'anni, le lingue aborigene.

Gran parte delle parole tipiche dell'inglese australiano arrivarono nel continente con i carcerati deportati durante l'Epoca Coloniale. Peraltro, molti termini usati in Australia esistono anche negli altri paesi anglofoni, ma hanno un significato leggermente diverso. Ad esempio, la parola “scrub” in Australia indica un'area coperta da vegetazione; in Gran Bretagna è usata per dare il nome proprio ad un bosco (ad esempio: “Wormwood Scrubs”).

Una caratteristica che contraddistingue la lingua australiana, è l'uso del diminutivo creato utilizzando la "o" finale. Così, “journalist” (giornalista) è “journo”, “musician” (musicista) è “muso”.

Nessun commento:

Posta un commento