martedì 23 luglio 2013

10 curiosità sulla Turchia

1. Perché si dice “fumare come un turco”? L'origine di questo modo di dire è incerta, quella più probabile risale alla seconda metà del XVI secolo. A quell'epoca in Turchia regnava un Pascià estremamente severo nei confronti del consumo di caffè e tabacco, considerate alla stregua di pericolose droghe. I consumatori di caffè e tabacco erano perseguiti duramente e le caffetterie distrutte. Una volta morto il Pascià oppressore, i turchi tornarono a bere caffè e a fumare, anche in modo eccessivo, come reazione al divieto subito. Da qui il detto: fumare come un turco, nel senso di fumare eccessivamente.

Narghilé
 2. Perché il “tacchino” in inglese si chiama “Turchia”?
Il tacchino fu esportato dai coloni spagnoli direttamente nel Nuovo Mondo, intorno al 1520. Gli spagnoli lo confusero con qualcosa che avevano già visto: la faraona (che in effetti, è parente con il tacchino); gli inglesi chiamavano la faraona “pollo della Turchia”, dato che, dopo aver catturato l’animale nel continente africano (precisamente in Madagascar), attraversava la Turchia per arrivare in Inghilterra. Ad ogni modo, quell’animale confuso con la faraona e chiamato “Turkey bird”, o “Turkey cock”, o “Turkey hen”, o semplicemente “turkey” piacque parecchio agli inglesi: nel 1575 era già diventato il piatto principale del pranzo di Natale, prima di avere ancora maggior fortuna negli Stati Uniti. 

3. Ḥammām (in arabo حمّام), o bagno turco, letteralmente indica la struttura in cui i musulmani effettuano il bagno di vapore per la purificazione di corpo e spirito prima della preghiera. Oltre questa valenza religiosa, l’hammam eredita nella cultura araba il ruolo sociale già rivestito dalle terme nella cultura romana. In esso infatti ci si incontra per svago o per affari, seppur rispettando la separazione dei sessi tipica della religione islamica.
4. Sebbene il 98% della popolazione sia composta da musulmani, l’Islam non è riconosciuto come religione di Stato, proprio in nome del liberalismo e dell’uguaglianza propugnati dal presidente Kemal Ataturk (considerato “eroe nazionale”, governò la Turchia dal 1923 al 1938).



5. Le classiche parole internazionali che tutte le lingue hanno in uso oggigiorno, in Turchia si scrivono proprio come si pronunciano: Otel, Taksi, Basketbol, Tost…

6. Perché il Mar Nero si chiama così?

Mar Nero
La denominazione moderna "Mar Nero", deriva dalla lingua turca e dalla contrapposizione di questo mare con quello Mediterraneo. In turco, infatti, il Mar Nero si chiama "Kara Deniz" (mare nero), contrapposto al Mar Mediterraneo "Ak Deniz" (mare bianco). Questo perché la tradizione turca trova, nei colori "nero" e "bianco", la definizione di "settentrionale" e "meridionale". Quindi, Mar Nero sta a significare "mare del nord".            

7. San Nicolas, che ha ispirato la creazione di Babbo Natale, nacque a Patara, in Turchia. Era vescovo di Demre, città sulla costa mediterranea del Paese.                 

il cavallo di Troia
8. La Guerra di Troia si svolse in Turchia. Ancora oggi si può vedere una statua
di legno che rappresenta il Cavallo di Troia.

9. Istanbul è stata la capitale di tre grandi imperi mondiali: l’Impero Romano, l’Impero Bizantino e l’Impero Ottomano.

10. Istanbul è l’unica città al mondo ad essere ubicata su due continenti: Europa ed Asia.


Nessun commento:

Posta un commento