venerdì 14 giugno 2013

Siobhan Riding

La mia decisione di intraprendere la carriera di traduttrice è nata sia dalla mia passione per le lingue straniere che dalla mia simpatia per la scrittura. Da piccola sognavo di fare la scrittrice oppure la giornalista, ma dopo il liceo ho fatto vari viaggi all'estero che mi hanno condotto ad iscrivermi ad un corso di laurea di lingue e lettere straniere.
Attraverso i miei studi – e anche attraverso ulteriori periodi trascorsi all'estero – sono riuscita a capire che la traduzione era la professione che faceva per me, siccome richiede sia la conoscenza e comprensione di lingue straniere che la padronanza della propria lingua madre, e di conseguenza ho deciso di intraprendere questa carriera. 
Una volta finiti gli studi, ho avuto la fortuna di trovare un’ottima opportunità di lavoro. Faccio questo lavoro tutt'oggi e mi piace molto in quanto unisce le mie due passioni. Lavoro part-time presso un quotidiano finanziario britannico con il compito di tradurre articoli giornalistici tratti dalla stampa internazionale. È un’attività che mi stimola molto perché mi permette di stare sempre in contatto con le lingue straniere e di superare ostacoli linguistici e culturali, e contemporaneamente mi dà la possibilità di essere creativa. Scrivo anche qualche articolo originale per il quotidiano e devo comunque “localizzare” i testi dalla stampa straniera in modo che il registro e lo stile corrispondano alla scrittura giornalistica britannica, per cui il mio lavoro richiede molta creatività. Inoltre, il lavoro mi ha permesso di imparare davvero molto sul settore finanziario, tema molto attuale.
Per me, il bello della traduzione è anche questo: l’apprendimento di cose nuove. La figura del traduttore non deve solo avere conoscenze linguistiche ma deve anche capire altri mestieri e sapere i termini tecnici relativi. In un certo modo, si può dire che il traduttore non fa solo il suo mestiere ma fa anche il mestiere del contabile, dell’architetto, dello scienziato o del medico (naturalmente un traduttore non si specializza in tutti i settori; di solito ne sceglie uno o due). È necessario avere una conoscenza approfondita dell’argomento di cui parla il testo sorgente per poter riprodurre il testo in un’altra lingua.
Nella mia carriera da traduttrice freelance (che occupa le mie rimanenti ore lavorative) mi specializzo principalmente in testi finanziari, turistici e di moda, ma incontro comunque una molteplicità di diversi argomenti ogni giorno. Collaboro con la Kosmos dal 2011 ed in questo tempo ho realizzato molti progetti interessanti con loro, come la traduzione di un volume sulla storia della mafia oppure la traduzione di testi per il Museo delle civiltà dell’Europa e del Mediterraneo a Marsiglia. Anche se lavoro da sola dalla mia casa a Londra, i testi che traduco mi permettono di scoprire ogni giorno luoghi, culture e realtà diversi, il che mi fa sentire “connessa” con il mondo.




Nessun commento:

Posta un commento