martedì 5 marzo 2013

I nostri itinerari: Thailandia


Qualunque sia il vostro itinerario per visitare la Thailandia, Bangkok non può che essere la vostra partenza. Capitale dello stato, si trova nella zona centrale lungo il fiume Chao Phraya. Caratterizzata dai cosiddetti khlong o canali, è per questo chiamata anche la Venezia dell'Est. Città più importate e più grande del paese, ha un nome cerimoniale che identifica tutto il suo fascino: "Città degli angeli, la grande città, la città della gioia eterna, la città impenetrabile del dio Indra, la magnifica capitale del mondo dotata di gemme preziose, la città felice, che abbonda nel colossale Palazzo Reale, il quale è simile alla casa divina dove regnano gli dei reincarnati, una città benedetta da Indra e costruita per Vishnukam".

Se volete farvi un'idea di quello che è Bangkok, provate l'esperienza dei Tuk-Tuk, mezzi a tre ruote guidati da cittadini che conoscono alla perfezione le strade della capitale della Thailandia. Il vostro itinerario comprenderà sicuramente gli antichi templi buddhisti che si trovano in città. I più famosi? Il Tempio del Buddha Smeraldo, il Wat Pho che è invece dedicato al Buddha dormiente ed il tempio Wat Traimit dove potrete osservare l'enorme Buddha d'oro al suo interno.

Nel vostro itinerario di Bangkok non possono neanche mancare alcune giornate dedicate allo shopping. La Thailandia è rinomata per i suoi mercatini dell'artigianato locale e non solo dove fare acquisti a prezzi vantaggiosi. Se volete respirare l'aria più moderna e chic della città allora Piazza Siam è quello che fa per voi. Molti anche i centri commerciali dove perdersi tra le compere mentre, se volete qualcosa di più caratteristico, la Chinatown è imperidbile. Una delle vie più elettrizzanti è Khao Sarn Road: qui potrete invece acquistare biglietti per concerti o trovare hotel dove soggiornare a prezzi irrisori. Il quartiere di Patpong è invece famoso per la sua vita notturna dove fare l'alba.

Una volta trascorse alcune giornate a Bangkok, il vostro itinerario può allargarsi e scoprire altre zone interessanti della Thailandia centrale. Più a Nord c'è ad esempio l'antica città di Ayuttaya, un tempo capitale del Regno del Siam, oggi dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. agevolmente visitabile in bici grazie sia alla morfologia pianeggiante del terreno che all'ottimo stato di mantenimento dei percorsi e delle strade che collegano i vari siti archeologici. 
Se volete dedicarvi invece alla natura, la provincia di Kanchanaburi è ciò che fa per voi. Qui potrete scegliere tra numerosi parchi nazionali da visitare. Ecco i nomi da non dimenticare: Erawan, Sai YokThong Pha Phum, Chaloem Ratanakosin, Si Nakharin e Khao Laem.   



Nessun commento:

Posta un commento